Don’t care!

 

madonna hairy

Lei è una di quelle che provocano da una vita. Si sa.

Si è permessa di tutto, ha lanciato ogni sorta di moda, ha sdoganato ogni forma di idea bizzarra che le venisse in mente, ha fortemente impresso il suo nome su cose oggi definite cult.

(more…)

Storia di un cult: il tubino nero

immagine storia del tubino nero

Consacrato definitivamente dal film “Colazione da Tiffany”, con Audrey Hepburn, il tubino nero porta in realtà la celebre firma di Coco Chanel, che lo crea a Parigi più di ottanta anni fa.

 

In Francia, dove questo capo è nato più di ottant’anni fa, lo chiamano petit noir. Gli inglesi lo definiscono invece come little black dress. Non manca mai, infine, nei dizionari della moda italiana, un capitolo dedicato al tubino nero. La nascita di questo celebre capo è legata al nome di Gabrielle Chanel, detta Coco. Siamo nel 1926, e Parigi è animata da un vento di cambiamento. L’ottimismo postbellico regala alle donne una nuova consapevolezza: dopo aver sostituito per anni gli uomini impegnati al fronte, le donne accorciano i capelli, vestono abiti comodi ed iniziano a pretendere un ruolo sociale di primo piano. (more…)

Britney Spears vestirà abiti realizzati a San Vittore

Britney-Spears vestirà abiti realizzati a San VittoreLa pop star ha scelto di indossare, per X-Factor USA, tre modelli realizzati dalla Cooperativa sociale Alice, presso cui lavorano alcuni detenuti del carcere San Vittore.

 

Probabilmente avrebbe fatto notizia, nel settore, anche solo la scelta di un abito Made in Italy, ma non avrebbe destato alcuno stupore. La vera sorpresa sta nel fatto che la pop star Britney Spears, per la sua partecipazione a X-Factor USA in qualità di giudice, ha deciso di indossare degli abiti confezionati dai detenuti del carcere San Vittore di Milano.

Il cachet per la partecipazione della Spears ad X-Factor sembra si aggiri sui 15 milioni di dollari, cifra che fa discutere, ancor più se paragonata alla decisione, fuor dagli schemi, di un guardaroba non griffato. Rimane comunque singolare il percorso che ha portato la Spears a questa scelta italiana e socialmente responsabile. Andiamo per ordine: gli abiti di Britney saranno firmati da Alessandro Brevi. Non si tratta di un designer di grido, ma del responsabile della Cooperativa sociale Alice di Milano, in cui lavorano alcuni detenuti del carcere di San Vittore. (more…)

Olivia Palermo e la moda: la borsa di Zara

La qualifica più ricorrente che il web le attribuisce è quella di “socialitè”. Il termine, molto in voga ultimamente, si riferisce alle persone che passano larga parte del proprio tempo a girovagare fra eventi mondani, a fare la comparsa fra party esclusivi e luoghi ben frequentati da gente che conta, fotografi e stampa. Stiamo parlando di Olivia Palermo che, però, facendo la socialitè, ha anche trovato il modo di divenire un’icona di stile. Il suo gusto nell’abbigliarsi non può, in realtà, essere messo in dubbio e sono frequenti gli episodi in cui celebri riviste di moda pubblicano le sue foto, osannandone la classe.

Ad esempio, nel 2010, per tutto il mese di aprile, i look di Olivia venivano mostrati all’interno della versione online di Vogue UK. Una foto al giorno, con dettagliata descrizione dei capi indossati e della loro provenienza: ottima fonte di ispirazione per tutte le fashioniste che la seguono devotamente.

Oggi ci occupiamo di lei per riportare l’ottimo connubio fra brand di marca e low cost che la bella Olivia ha recentemente saputo mettere in campo. Affezionata acquirente anche di marchi come TopShop, H&M o ASOS, nella foto, che la ritrae per le strade di New York, Olivia sceglie una capiente borsa di Zara per completare uno dei suoi look. In pelle di bufalo con rivestimento in cotone, la borsa fa parte della collezione Primavera/Estate 2011 ed è in vendita negli store della catena Zara ad un costo di circa 120 euro. E’ disponibile anche in color nude e in rosso, oltre che nella nuance cuoio scelta dalla Palermo.  Gli atri accessori del look sono degli occhiali da sole firmati Tom Ford, un foulard a pois bianco e nero e degli orecchini con delle perle. Un equilibrio che può dirsi perfetto.

Lo stilista messinese Fausto Puglisi vestirà Belen a Sanremo

Jennifer Lopez, Britney Spears, Kylie Minogue, Pamela Anderson, addirittura Madonna. E’ giovane Fausto Puglisi, classe 1976, ma vanta già una lunga lista di celebrities che hanno vestito le sue creazioni. Originario di Messina, è uno di quei talenti che si sono fatti strada all’estero, fra Los Angeles e New York, dove è nata la collaborazione con la fashion stylist Patti Wilson.

Di Fausto Puglisi avevamo parlato in occasione dell’apertura di Spiga2, il concep-store di Dolce&Gabbana dedicato ai giovani talenti del mondo della moda. E proprio il talento di Puglisi sarà adesso raccontato anche su un palcoscenico importante, quello di Sanremo 2011. Belen Rodriguez ha infatti scelto di indossare, per la serata di venerdì 18 febbraio, ben 4 creazioni, ovviamente disegnate in esclusiva per lei, del talentuoso stilista.

Accanto ai nomi di Alberta Ferretti, di Moschino e di Fendi, già annunciati fra le firme che vestiranno la Rodriguez, fa quindi la sua comparsa, forse a sorpresa, quello di questo giovane stilista siciliano dallo stile irriverente, ma elegante. Originale, attento ai dettagli, in equilibrio fra ispirazioni che arrivano da un gusto classico, contaminate con il moderno, amante dell’antica oreficeria siciliana. Non manca il colore nelle creazioni di Puglisi, come le bellissime gonne impreziosite da gemme e applicazioni, che avevamo fotografato presso Spiga2, nello spazio a lui dedicato.

E l’incontro con Belen avviene proprio in

(more…)

Francesco Scognamiglio, il Made in Italy che piace alle star

Classe 1975, campano, Francesco Scognamiglio è uno dei giovani stilisti più apprezzati del panorama contemporaneo, in Italia e all’estero. Solo per fare qualche nome, Scognamiglio ha vestito, con uno spettacolare abito bianco a balze, l’eclettica Lady Gaga per i Brit Awards di Londra, ma persino Madonna lo ha scelto in passato per curare il look del suo video “Give it 2 me”.

La collezione Autunno/Inverno 2010-11 di Scognamiglio non ha deluso le aspettative: il pesce viene scelto come elemento cardine di tutta la linea, definito come “simbolo trasversale di nobiltà, potere e prosperità”, stilizzato in varie forme e fogge, ad adornare cinture, collane, bracciali, tacchi e stoffe.

Cinture gioiello impreziosiscono e illuminano quasi tutti i capi. Molto grigio fumo e nero a caratterizzare la palette di colori di Scognamiglio, ma anche color nude, pizzo, lattice ricamato e qualche capo dal taglio maschile, come i pantaloni. Fanno la loro comparsa dei tocchi di verde menta (a cui viene sovrapposto anche il pizzo nero) e di color cipria; scompare praticamente l’oro, ma persiste il sapore barocco dell’ispirazione, presente anche nella location scelta per la sfilata.

Recentemente anche la conduttrice Alessia Marcuzzi ha scelto, per la prima serata del Grande Fratello 11, una delle creazioni di Scognamiglio: si tratta del mini dress in color nude e pizzo nero, caratterizzato da linee dritte nella parte superiore e da un elegante drappeggio che, partendo dalla cintura gioiello, movimenta la parte inferiore dell’abito.

Con la più recente sfilata Primavera/Estate 2011, tenutati presso l’Opéra di Versailles, Scognamiglio ha anche dato avvio ai festeggiamenti per i suoi dieci anni di carriera.

Keira Knightley in Chanel

Per la presentazione del suo nuovo film, “Never let me go”, al London Film Festival, Keira Knightley ha indossato uno splendido tubino Chanel arricchito da fili di perle su tagli strategici apportati al modello. L’abito fa parte della collezione Haute Couture Autunno-Inverno 2010/11.


Keira’s new look

Dalla prima fila della sfilata di Chanel: il nuovo taglio di capelli e il look di Keira Knightley. L'attrice si è presentata oggi a Parigi con questo caschetto, leggermente più corto nella parte posteriore. 

(more…)